Disney Docet

Standard

Il 23 novembre di diciotto anni fa usciva nelle sale Il re Leone; il compleanno di questo meraviglioso film, è per me l’occasione per pubblicare un post scritto con la mia migliore amica. E’ un post di qualche anno fa, addirittura scritto su myspace, risale ad un’epoca un pò più spensierata, in cui eravamo più bambine e meno donne, con problemi annessi. Ritrovarlo nei meandri della memoria di questo pc non solo mi ha divertito suscitando in me il ricordo di quella serata, ma mi ha ricordato la gioia e la libertà che provavo quando scrivevo in quel piccolo blog ed è stata la spinta poi a creare la Cabina-Armadio. Dopo questa breve introduzione, enjoy it:D

 

Buonasera a tutti , finalmente dopo diversi impegni universitari, di natura personale, più varie ed eventuali, io e Giovanna, come promesso e come nostro proposito abbiamo guardato ed analizzato con minuzia di particolari,quello che a nostro parere si è rivelato essere “Il capolavoro” della banda di zio Walt, ovvero il Re Leone, per una serie di motivi che saranno elencati!!Premetto che l argomento si è rivelato più vasto di quanto ci aspettassimo, nonostante il nostro impegno a sintetizzare il più possibile(fosse per noi avremmo scritto un libro su questo film), quindi se avete il caffè che sta salendo,il cane che deve fare i bisognini, se state per vincere il campionato a pro-evolution o a chissà cosa,completate le vostre attività e poi venite qui a leggere XD.

 

Il Re Leone è il 32° lavoro firmato Walt Disney, è stato realizzato nel 1994;vanta due premi Oscar per la migliore colonna sonora e per la migliore canzone e Vittorio Gassman tra i doppiatori!

La trama vede protagonista il giovane leoncino Simba, il quale dopo aver perso il padre,ovvero il re Mufasa,in seguito ad un agguato organizzato dallo zio Scar , che brama il potere , fugge da casa, crescendo accudito da Timon e Pumba, ritenendosi responsabile della morte del padre. Questo fino a quando un giorno, non incontra l’amica d’infanzia, Nala, che lo pone di fronte alla realtà dei fatti, e porta il giovane Simba, aiutato dalla scimmia Rafiki, a rivendicare il regno e sconfiggere Scar.

Bene, ecco dietro a questa lineare trama, cosa io e Gio abbiamo trovato:

Innanzitutto è bene dire che questo film richiama il tema classico della favola di Esopo,e di conseguenza di Fedro, in cui gli animali personificavano le caratteristiche umane;lo svolgersi della vicenda affronta diverse tematiche che possono essere cosi classificate:

  • Tema politico: la vicenda inizia con la monarchia perfetta di Mufasa,che ha tutta l’aria di un utopia in cui praticamente , tutto è governato dalle regole del “GRANDE CERCHIO DELLA VITA”. Successivamente la rivalità tra i due fratelli, Mufasa e Scar,porta quest ultimo a stringere, con un atteggiamento clientelare e demagogico,  alleanza con le iene!!!E’ emblematica a questo proposito la scena della parata di regime, in cui Scar organizza il colpo di stato che lo vedrà appropriarsi indebitamente del trono, uccidendo il fratello ed esiliando Simba dal regno. La dittatura di Scar ha i caratteri opposti al regno di Mufasa, e quindi vediamo qui realizzarsi il modello della disutopia.
  • La vicenda personale di Simba invece affronta diverse tematiche, quali la fame di conoscenza e la ribellione giovanile che porta il leoncino a disobbedire al padre e superare i confini del regno; il rifiuto del trono, delle sue origini , della sua intera esistenza, cosa che lo porta ad una profonda crisi esistenziale dalla quale uscira’ riuscendo ad assumersi le proprie responsabilità. Infine, ma non per questo meno importante, il ruolo dell ‘amicizia di Timon e Pumba che in qualche modo diventano la seconda famiglia di Simba.
  • Tematiche filosofiche- spirituali: a questa categoria appartengono le prime forme di riti mistici e primitivi, da parte della scimmia Rafiki, il quale sembra aderire tra l’altro alla religione buddista. Ancora più importante è la filosofia stoica proposta da Timon e Pumba, in altre parole Hakuna Matata….altrimenti detto “UNNI mi chiovi mi sciddica!”(dove piove, mi scivola, letteralmente). Un altro tema trattato è quello del fato, poiché se non fosse stato per il destino, Simba non avrebbe incontrato Nala e non sarebbe mai tornato a casa!Infine il culto dei morti, poiché questo cartone lancia il messaggio confortante che chi ci lascia non ci abbandona per sempre ma ci protegge da lassù.

 

Ignoro se e quanti di voi siano riusciti a giungere alla fine di questo intervento, senza pensare” ma talia sti due spacinnate!(guarda queste due perditempo)”   e quei pochi devono avere avuto dei nervi davvero saldi :P; scherzi a parte l idea di questa “analisi” dettagliata è nata cosi per caso,una sera, e l’abbiamo scritto con la consapevolezza di non vincere il premio Pulitzer!!!!Ci siamo divertite, e tanto, ci abbiamo anche preso gusto, però non so se e quando torneremo ad analizzare un cartone,anche perché una volta che analizzi un cartone cosi ricco come il re leone,cosa altro devi fare??E’ un pò come quando Dante ha scritto la Divina Commedia….oltre sarebbe stato difficile andare!!!!!:D

immagine dal web

immagine dal web

immagine dal web

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...