Racconti di un girino

Standard

Sono  tornata dalla piscina!Oggi devo essere onesta mi sono sentita un’eroina ad affrontare il freddo, circonvallazione e una breve pioggerellina alle 19 per fare attività fisica, eh si, tempi  nuovi!Comunque pigrizia iniziale a parte, sono sempre divertita e rilassata quando vado in piscina e sono contenta di non essermi fatta spaventare dal freddo e dallo sciopero della benzina!Dopo un mese di piscina ho già raccolto aneddoti e conoscenze varie che mi va di condividere:D. Comincerei a parlare degli istruttori, ne abbiamo tre tipi,almeno nella piscina in cui vado io:

  1. lo gnoccone, è il primo che ho conosciuto, il classico bel ragazzo che appena ti vede ti guarda con lo sguardo da furbetto il cui sottotitolo sembra essere” eccone una nuova”. Peccato che quando io ho conosciuto lui ho visto la patetica scena di una ragazza che sbavava ai suoi piedi
  2. il tipo mediamente carino, simpatico e con la battuta pronta, lo riconosci subito dal sorriso largo,  l’esuberanza, la stretta di mano decisa, ma è anche quello che poi in vasca ti urla e ti massacra
  3. il tipo professionale e lunatico è discreto, paziente, carino.
  4. le istruttrici, le donne che allenano fanno paura, sono peggio degli uomini!Non sembrano donne normali, non si fermano mai, urlano “eh su, eh giù, eh ancora”. Sono più spietate degli uomini, perchè gli istruttori davanti a due occhi da cerbiatta che vogliono 5 secondi per riprendere respiro, si fermano, le donne no!

Indovinate con chi mi alleno io? Con il numero 3, su cui non a caso ho speso poche parole. Quando l’ho conosciuto ,durante la prima lezione , ho pensato subito che fosse carino, calmo, educato, e che ero caduta proprio bene; una ci spera di trovare in vasca Massimiliano Rosolino, ma in alternativo sempre meglio un allenatore carino che un rospo! E c’è da dire che per il carattere che ho gli allenatori troppo spacconi risultano controproducenti perché poi io me li prendo in antipatia e non faccio quello che dicono,anche se per carità, è giusto, loro sanno il loro lavoro. Ma le cose non sono mai come sembrano, perché in questo mese ho imparato innanzitutto che il tipo professionale senza la tenuta da lavoro non ha lo stesso fascino; infatti io avevo conosciuto il “mister” con il costumino e la cuffietta; oggi invece si è presentato senza cuffia e ha perso tutto il suo fascino perché sotto la cuffia nasconde una disordinata chioma che nasconde una lieve stempiatura, quella che chiamo,la stempiatura da chitarrista! Eh si , il mister non è solo un istruttore di nuoto ma anche un musicista,un chitarrista per l’esattezza, e senza la necessità di andare a rileggere il fasciscolo “chitarrista” è stato chiaro il quadro: timido, non molto incline a capire le battute( gliele devo spiegare, mentre io e gli altri abbiamo già riso), stempiato, tutto quadra! Ma come precedentemente scritto, il mister è anche lunatico, infatti ha anche lui i suoi giorni, che io scherzosamente chiamo di “ciclo”, in quanto durante quei giorni non scende in vasca, diventa burbero e severo!

Poi c’è la gente degli spogliatoi, le altre donne! Anche qui abbiamo diverse categorie:

  1.  le tipe dell’acquagym , sono quelle che al fitness non rinunciano mai, neanche in piscina. Hanno corpi più o meno tonici, passano un’ora sotto la doccia, mezz’ora a cospargersi il corpo con unguenti che neanche la mummia di Tutankamon! Fatto questo si piazzono davanti lo specchio e si stirano i capelli.
  2. le spartane , sono le vere sportive, quelle che per comodità portano pure i capelli corti, che camminano con disinvoltura nude, mostrandoti la loro muscolatura.
  3. le madri di famiglia, socializzano tra di loro, sono abbastanza silenziose, alcune si lamentono del freddo, altre sono un pò acide con le ragazze più giovani.

In tutto questo ci sono io, piccolo girino inesperto, che durante la prima lezione trovandomi davanti alle docce obbligatorie prima di entrare in vasca ,rimango confusa  su come attraversare le docce se ho in mano l’accappatoio, tanto che un ragazzo mi dice”guarda, ti conviene appoggiare l’accappatoio lì!” …grazie ,lo so, stavo soltanto calcolando i km che separano il sole dalla terra,che te credi!:P. Si sono ancora un girino, che durante gli esercizi di respirazione scoppia a ridere sott’acqua, e di conseguenza beve, perché pensa che ha superato un esame scritto. Eh si, sono un girino, non asciugo i capelli lisciandoli con la spazzola, ma li asciugo naturali con le mani, non uso creme per il corpo, non riesco a camminare nuda davanti alle altre, forse perchè non mi piaccio, litigo perennemente con il mio borsone per trovare  qualcosa o per far entrare dentro il borsone tutto quello che inizialmente trasportava!  Chissà, magari tra qualche tempo sarò una sirenetta!:D

piscina copia

Annunci

»

  1. Che bello il tuo racconto! Anch’io ho iniziato piscina da un paio di mesi, ma faccio libera balneazione, non ho istruttori, anche se vedo che le donne istruttrici urlano parecchio come dici tu!
    Inoltre faccio solo stile libero, perché rana e dorso ho paura di fare i movimenti sbagliati, infatti dovrei chiedere a qualche istruttore o bagnino a bordo campo come si fa…
    Negli spogliatoi maschili invece non ci sono molte categorie di persone, sia che ci siano ragazzini che adulti si respira un’aria di rispetto reciproco e di sportività, tanto che ci si dice anche “ciao” tra sconosciuti (che magari è anche normale, ma si sa che noi genovesi non siamo molto aperti di carattere : ))
    A me rilassa nuotare e poi ti abitua a raggiungere e migliorare gli obiettivi, tanto che non senti neanche il freddo in piscina, si sta bene : )

    • Io ho preferito affidarmi all’istruttore anche perchè ho capito che come nuoto a mare e come si nuota davvero c’è molto differenza, soprattutto a livelli di respirazioneXD. Infatti mi ha detto che il movimento giusto per il dorso e per lo stile c’è già, ma devo impegnarmi per questa respirazione e per quel maledetto piede che deve stare a punta O_o ma dico io, allora mi iscrivevo a danza! Comunque si,gli effetti della piscina e dello sport in generale sono miracolosi, io sto proprio bene, dopo una giornata di studio si risvegliano tutti i muscoli ed è rilassante,e poi proprio stacco la testa:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...