Quando il destino ti viene incontro

Standard

“Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura chè la dritta via era smarrita”, proprio come Dante, solo che io non ho incontrato Virgilio , ma Facebook.

Ho sempre avuto strambi modi per valutare la mia preparazione ad un esame, i primi tempi leggevo l’oroscopo,in base alle stelline che aveva quella settimana il mio segno zodiacale io ipotizzavo l’esito dell’esame. Poi ho capito che il mio segno è perennemente sfigato e quindi gli esami li facevo lo stesso e li passavo. Con il tempo ho trovato un modo più razionale, cioè quello di prendere coscienza,onestamente, di quello che si sa e di quello che non si sa, fare le dovute statistiche e via. Dato che la matematica non è mai stata la mia materia preferita, ancora adesso non riesco a credere di essermela data ( certe cose si  fanno quando si è ancora giovani matricole, perchè poi le energie scemano), sono di nuovo tornata alle arti divinatorie. Non mi sono rivolta ai fondi del caffè , al volo degli uccelli o alla viscere degli animali, ma allo stato del mio libro, quando è distrutto, ridotto in brandelli, quasi inutilizzabile è ora di fare l’ esame. Ma attenzione, il cattivo stato del mio libro non indica una cattiva cura da parte mia verso lo stesso, ma è il libro che si sgretola da solo, come dico sempre io ” si suicida” , non mi può più vedere e inspiegabilmente mi supplica di fare l’esame. E anche questo  è frutto di un’attenta osservazione empirica. Quando ho preparato anatomia,materia del primo anno, il libro Anatomia dell’uomo (che fantasia!), mi sembrava un volume della Treccani, poi ho conosciuto Mr Lehninger e Mr Brown( rispettivamente libri di biochimica e chimica organica) e ho cambiato decisamente idea. A tale libro i giorni immediatamente prima dell’esame è saltata addirittura la rilegatura, e il giorno dell’esame mi vergognavo anche ad uscirlo dalla borsa! E non è che io lo gettassi a terra o girassi le pagine violentemente, si autodistruggeva. Il libro di chimica generale? Stessa identica cosa! Come per farmacognosia ,libro che tra l’altro adesso ha una collega. Non sono io che odio quei libri, sono loro che odiano me. Adesso è un mese che studio biochimica e il libro è ancora perfetto, solo sottolineato , ma nessun segno di cedimento da parte sua, credo voglia ancora stare con me, o perlomeno abbia la forza per sopportarmi! Mentre riflettevo su questi importanti problemi, vado su fb e compare sulla mia bacheca ” a Rosa Rita piace CEPU”, ma quando è successo? Ma è un insulto pesantissimo, siamo ai limiti della querela, sono iscritta in un’università statale, ci fanno fare il cosiddetto mazzo,per quale motivo mai mi dovrebbe piacere CEPU? A parte che non ho messo mi piace a quella pagina, e neanche l’ho visitata, sono andata a pranzo,eravamo solo io e Mamma a casa, quindi le ipotesi sono tre:

  1. Qualcuno si è appropriato della mia password
  2. Fb sta imbrogliando
  3. Il destino ha cliccato per me indicandomi la via

Vediamo se la redazione di Voyager mi svelerà il mistero!

Annunci

»

  1. Io odio Facebook. Mi ci ero iscritto solo per stare in contatto con degli studenti provenienti da altre regioni, per il resto ci vanno tutti solo per “cuttigghiare”, e l’altro giorno ho scritto una cosa sulla politica (non ci scrivo mai su fb) e un tizio si è offeso.. Mah meglio perderlo che trovarlo Facebook! Comunque troppo forte la storia dell’oroscopo!

    • ahahah “cuttigghiare” :D:D. E’ vero molti lo fanno, c’è proprio chi si va a guardare le bacheche altrui o addirittura si fa profili falsi per contattare le persone, lo hanno sentito le mie orecchie! Comunque penso che tutto dipenda dall’uso che si fa, anche io per esempio lo uso per avere informazioni dai colleghi, per scrivere agli amici più stretti. Poi l’ho trovato anche utile perchè , per me che sono pigra, mi basta diventare fan di giornali, siti che seguo e mi trovo tutte le notizie in home:D. C’è anche l’ansa:D:D:D

  2. beh….io lo uso fb….. mi piace perchè è come entrare in un salotto ed incontrare amici …si chiacchiera e non necessariamente si è daccordo….ma anche nella vita reale è così.. Mi piace conoscere persone strane…. mi diverte….. Sto guardando i miei libri….. miei perchè fanno parte della mia vita…..del mio essere…..sono cresciuti con me….. Forse alcuni dei tuoi Rosarita, si sfaldano perchè ormai si accorgono di essere entrati in te e quindi non hanno più necessità di essere….. mmmmmmm…. mi piace questa idea….. CiaOOOO

    • hai detto bene, ormai sono in me, non sai quanto-___- siamo un’unica cosa. Vorrei amarli come i libri di letteratura, ma non ci riesco, forse soffrono di carenza d’affetto e si sfaldano per questoXD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...