Valanga

Standard

Mi sono pentita di non aver creato un blog in cui mantenere anonima la mia identità, forse mi sentirei più libera di sfogarmi del tutto, perchè ho tanto di cui liberarmi. In realtà non l’ho fatto perchè pensavo di non averne bisogno, posso benissimo metterci la faccia quando esprimo le mie idee, anche se non condivise o non condivisibili. Perchè non mi vergogno di quello che sono, difetti, idee, comprese le pazzie e le cavolate che spesso volte ho pubblicato su questo blog spacciandole per flusso di coscienza. E’ il mio cuore che non riesco a mostrare, e non perchè non voglio che i miei cari amici bloggers lo leggano, anzi , il contrario, è di qualcuno che è fuori da qui che non mi fido, che non voglia che legga,  qualcuno che già ha potuto leggere nel mio cuore e non voglio lo faccia ancora. E poi ci sono i pettegoli lo sappiamo. Tra i bloggers invece non ho trovato quella presunta falsità di chi recita dietro ad uno schermo, ma persone incasinate come me che tirano avanti e che hanno trovato il mio stesso modo per alleggerirsi un pò e che mi hanno sempre dato opinioni schiette. Eppure avrei cosi tanto da scrivere, una montagna di dolore che si sta sbriciolando in una valanga pronta a travolgermi. Un bagaglio di dolore che mi porto dietro da anni, un baule vecchio ricoperto di muffe e licheni, un vaso di Pandora che se aperto non libererà certo mali che devasteranno il mondo, ma devastano me. Non è che abbia ucciso qualcuno, rubato o trasgredito uno dei dieci comandamenti, no, è solo un sassolino nella scarpa che mi ha sempre impedito di essere felice, ma di vivere soltanto qualche momento di serenità, come l’altra sera a cena, quando ricordando un aneddoto con Mamma e mio fratello il Biondo ho riso come non ridevo da tempo e ho riso tra le lacrime, solo perchè nel ridere in quella maniera cosi libera mi sono resa conto di quanto tempo fosse passato dall’ultima volta. Qualcuno mi ha detto che scrivo cose tristi, bè a chi non piace è libero di non leggere,la verità è che è difficile convivere con certe ferite, e tra le persone che mi vogliono bene non ho trovato nessuno capace di aiutarmi davvero, e  cosi sono sempre sola a correre per sfuggire a questa valanga, e bisogna aggrapparsi a qualcosa e se scrivere mi può fare stare meglio ben venga.

Annunci

»

  1. hei ma che succede?….Tu hai un sorriso meraviglioso e sei giovanissima……rimani sempre te stessa e non te ne pentirai…..se fingi di essere qualcun’altra il tuo sorriso svanirà! Un abbraccio!

  2. nulla ti vieta di aprire un altro blog. puoi mantenere questo per tutto quello che già scrivi e lanciare i sassolini nell’altro. che ne dici?
    se vuoi condividere il tuo nuovo blog con i tuoi amici della rete, comunichi via mail il link, senza mettere nessuna traccia su questo.
    se vuoi essere ancora meno rintracciabile (sai mai…) ti registri come nuovo utente usando un’altra mail, ti scegli un nuovo user, ti togli le scarpe e ti liberi di tutti i sassi!
    la libertà, almeno qui, non è difficile da afferrare.
    tutte queste frasi per dirti che ti capisco, ho avuto lo stesso problema in un precedente blog.
    buona domenica.

  3. Ti capisco. Ci sono cose che non è giusto dare in pasto a chiunque e ad avere un Blog come il tuo dove ci metti la faccia rischi questo!
    Molti non capirebbero, altri sarebbero feriti…
    Ti consiglio anche io di affiancare a questo un Blog anonimo. Dove poterti sfogare senza filtri. Ti assicuro che è terapeutico.

  4. Penso che ognuno di noi…anche se non si rivela completamente…in quello che scrive rappresenta se stesso….credo sia un modo per sfogarsi e liberarsi dai vari sassi o sassolini ….Il tuo essere te stessa anche qui in questo spazio, secondo me, è una prova di coraggio….il coraggio di essere e non aver timore….tu sei così…perchè dovresti nasconderti?…. Se a chi ti legge non va come sei ,è libero di non passare più….non devi eventualmente cambiare tu….gli altri si devono adeguare a te…non credi?….Per me sei solare e ti si legge bene…. ma io faccio poco testo… Buon lunedì !!!

    • Grazie mille:) anche a me piace molto come scrivi:) Comunque, no il mio non sarebbe un nascondermi, perchè non ho motivi per farlo, sono cosi e come hai detto tu non è giusto cambiare per gli altri, semmai migliorarsi per se stessi. Sarebbe più una protezione la mia , fuori ci sono troppi squali:). Buon lunedì anche a te , un abbraccio!

  5. Ti do un consiglio che mi ha dato la mia amica Tiziana: parla, butta fuori, racconta il tuo dolore a chi credi possa ascoltare senza giudicare (questo lo aggiungo io) dopo di che, chiudilo, questo dolore, in un baule e buttalo infondo al mare, bisogna sapersi liberare anche delle proprie cicatrici per tornare a guardare il cielo.
    Auguri
    LaZiona
    PS scrivere è comunque un buon modo di fare terapia, anche se solitario a volte e doloroso sempre, ma nessuno ha mai detto fosse facile!

    • Grazie per il tuo prezioso consiglio:) e ringrazia Tiziana:) . Bè sai, a me scrivere piace tanto, quindi poi diventa anche automatico esprimere il bello e il brutto che c è:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...