Tempi Moderni

Standard

Ieri pomeriggio sono stata a trovare una mia amica delle scuole medie, Tery, ed è stato un pomeriggio che ha prodotto in me molte riflessioni. Con Tery fin dalle scuole medie è stato chiaro che le nostre strade si sarebbero divise, ma che la nostra amicizia non si sarebbe persa, perchè ci ha sempre legato un affetto profondo. Io ero già destinata al liceo e all’università, lei invece ha deciso subito di buttarsi nel mondo del lavoro e ha studiato per diventare parrucchiera. Mentre io prendevo il diploma lei lavorava, e mentre io entravo nel mondo dell’università , lei cominciava la sua avventura più grande, diventare mamma della piccola Giada. Ieri sono stata a conoscere il nuovo arrivato della sua famiglia, Giovannino,nato da qualche giorno, un batuffolo azzurro soffice e indifeso. Entrando a casa di Tery, cosi piccola,calda, accogliente, dove ancora potevo però ritrovare la creatività artistica della mia amica portata per il disegno, ho provato immediatamente una sensazione di tenerezza, calore, dolcezza,amore, familiarità. Ho passato il pomeriggio a giocare con la piccola, tornando bambina, fingendo di vivere un’avventura in cui dovevamo salvare gli hello kitty e le bambole, e mi sono sentita leggera, ricaricata,gioiosa, davanti ad un esserino di quattro anni che parlava come un’adulta e che voleva sposarsi ken , ho visto l’immensità della vita. Allora rientrando a casa, e poi dopo a cena con Lovely, ho pensato che nella vita si possono accumulare ricchezze, titoli di studio, ma la mia amica ha giù quello che di meglio la vita può dare, due figli che la amano e che la ameranno sempre, ne sono certa,data l’energia e l’amore che dedica loro. Perchè ci vuole davvero tantissima energia, ecco perchè ho dicono sempre che i genitori devono essere giovani,certo magari non troppo, perchè si rischia di crescere insieme ai figli e di riversare loro paure e insicurezze, però       ci sarà un motivo se anche la natura rende le donne feconde fino ad una certa età. Questa riflessione aveva preso ormai il sopravvento su di me , seguendo questo filo logico fino ad arenarsi in una triste constazione; ho pensato a quante donne posticipano la maternità ad oltranza fino al punto in cui la natura dice ” è la tua ultima chance per essere madre”, perchè non ci sono le condizioni lavorative ed economiche per mettere al mondo un figlio, la società di oggi non permette di seguire i tempi non solo della natura ma del normale evolversi della maturità di un individuo e in questo caso si presume della coppia. E’ un pensiero aberrante che purtroppo trova estensione non solo nella maternità. L’altro giorno una mia amica mi  chiedeva quando mai dovesse divertirsi, quando studiava era alla rincorsa degli esami per laurearsi nei tempi, adesso che è laureata lavora come commessa,alla ricerca di un lavoro per cui usare la laurea, e seppure poi si troverà  il lavoro magari poi si correrà per conciliare gli impegni lavorativi e familiari e per pagare il mutuo. Dicono che la vita si sia allungata, che la giovinezza sia un periodo più prolungato, che i giovani restano più tempo a casa per finire gli studi, ma soprattutto per la precarietà lavorativa, ma la verità è che si vive comunque compressi, si corre sempre, ma sono aumentati i km. Tempi moderni.

Annunci

»

  1. Purtroppo la realtà è questa…..un corsa in salita, ma non bisogna scoraggiarsi mai, perchè comunque l’obiettivo è la vita e ne vale sempre la pena! 🙂

  2. rosarita…non ti conosco, ma avverto la tua voglia di una cosa tua, che sia un figlio, una famiglia, un qualcosa che ti appaghi….che ti faccia sentire che sei arrivata dove volevi e che da questo momento in poi è solo la vita che continua con il buono ed il cattivo…..ma senpre con cose che sono di questa nostra natura…Sto facendo un corso di arabo ed il prof. marocchino ci racconta come si vive in Marocco….. i bambini a tre anni già sanno leggere e scrivere…la scuola va più veloce della nostra ed il lavoro arriva prima….voglio dire che veramente qui da noi si arriva alla maturità ed ancora non si è “sistemati”…e si ha paura di fare un lavoro non voluto…avere figli…. Ho amiche che stanno facendo cure su cure per diventare mamme…..prima di ora hanno vissuto per il lavoro e per la pillola per evitare maternità… E’ una vita sballata secondo me… ma chi l’ha voluta così?….

    • No, no per adesso ho trovato altri canali ed esperienze che mi stanno realizzando, anche se ovvio, la famiglia penso sia il sogno di un pò tutti, e un giorno arriverà,spero,ogni cosa al suo tempo.La situazione in Italia è critica, e molte volte non la si sceglie una vita cosi,non dico che bisogna aspettare di diventare un imprenditore di successo per mettere su famiglia, ma avere la responsabilità di aspettare un minimo di sicurezza per non mettere al mondo un bimbo che poi ne soffrirà, e a quanto vedo anche da amiche più grandi di qualche anno di me,ancora questo non è possibile. Buon lunedi:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...