Aspettando Pasqua

Standard

E’ stata una settimana intensa e piena di emozioni, belle emozioni, quella di questa settimana, la Settimana Santa, cominciata con i tre giorni di esercizi spirituali. Durante questi giorni abbiamo riflettuto su tre parole pronunciate da Papa Francesco: camminare, edificare, confessare. Camminare con Gesù, cosi come Lazzaro; camminare verso Gesù come Marta e camminare per Gesù, come Maria. Edificare, non per se stessi come Giuda, non contando solo sulle proprie forze come Pietro, ma lasciando operare il Signore. E infine confessare; la confessione è un sacramento di cui da poco ho scoperto il valore e la grazia, non è infatti un semplice atto di penitenza e di ammissione dei propri sbagli( e tutti sappiamo quanto sia difficile ammetterlo) ma è una vera  riappacificazione con il Padre, che dona pace, non a caso il sacramento della confessione è anche detta riconciliazione. Ma confessare significa anche confessare la propria fede, condividerla, non solo per dare testimonianza ma anche per capire di più la propria fede. E cosi si è arrivati al Giovedì Santo, durante il quale si ricorda l’Ultima Cena, con il rituale lavaggio dei piedi. Quest’anno il parroco ha coinvolto i giovani in questo lavaggio,io devo dire che sarò emotiva, ma mi sono commossa quando ho visto gli altri bimbi accorrere attorno al parroco per la curiosità di vedere cosa stesse succedendo: è stata un’immagine bellissima, in particolare mi sono rimasti impressi due fratellini che si tenevano le mani, che dolci*_*, mi sono salite le lacrime agli occhi per la gioia di vedere il futuro del mondo,il futuro della Chiesa, loro , i bambini,stringersi attorno ad una Chiesa che deve sempre più imparare da loro l’innocenza,la purezza e la santità. Per me è stato il giorno più emozionante, subito dopo la messa,l’altare è stato spogliato,il tabernacolo con l’Eucarestia è stato spostato sull’altare della deposizione, le luci sono state abbassate, e fino alle 23 sono rimasta con mamma e tantissime altre persone in silenzio, a pregare, ad adorare, accogliendo nel  cuore una pace bellissima. Venerdi Santo invece si è tenuta la tradizionale processione per il paese, e sinceramente l’ho trovata medievale, le statue, la banda, i carabinieri in alte uniforme, e tutti i concittadini in giro che non pregavano ma parlavano, nulla a che vedere con la via crucis della scorsa settimana dove davvero è stato toccante raccogliersi in preghiera. E siamo giunti al Sabato Santo, il sabato del silenzio, dell’attesa, dei preparativi, il sabato che lascerà lo spazio alla domenica più bella dell’anno , la domenica della Pasqua di Resurrezione.

A tutti tantissimi Auguri:)

Annunci

»

  1. Interessante la confessione intesa come una confessione di fede piuttosto che come una confessione di peccati… Uno può piangere nelle cose belle come nelle brutte, e penso che Gesù stia in mezzo a tutte e due e lì presente.

    Tanti cari auguri di Buona Pasqua!! Auguri auguri!! : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...