Il mio canto libero…

Standard

Lontano su nebbiosi banchi gelati,in antri oscuri e desolati. ..Studiar dobbiamo, dormir scordiamo,per conquistare Cfu sudati. Prof seduti sulle sedie, ragazzi in lacrime nella notteeeee,la voce trema,l’ansia cresceva”

Bella questa versione vero? La fantasia non può venire meno,neanche sotto esami, sono già le tante cose di cui si sente la mancanza durante la sessione estiva: il mare, il giro per i centri commerciali, i cartoni animati Disney, l’abbrutimento davanti a quelle terribili fiction di canale 5 nel dopo pranzo o davanti real time e anche facebook!  Ho deciso di accendere il meno possibile facebook , non perchè ne sia dipendente , in effetti anche quando ho tempo libero non passo su facebook più di dieci minuto, quanto perchè è diventato un nuovo girone dantesco virtuale in cui le anime dannate degli studenti si infliggono pene reciprocamente condividendo status disperati e ricordando agli altri quanto sia disperata la situazione. Poi ci sono quelli che sembra che studino solo loro e che risvegliano primordiali istinti omicidi con le loro perenni” non ce la faccio più, aiuto ,non ce la farò ,mai, che stress,che caldo, quanti appunti, quanti libri!” etc. Anche i gruppi studenteschi che durante l’anno sono particolarmente utili per scambiarsi informazioni diventano covi di nevrotici colleghi che non fanno altro che confondere le idee con le loro domande (sempre le stesse): “il professore cosa chiede? Questa reazione si deve fare?questo argomento si può saltare?” ,e ovviamente sono domande senza risposta,dato che l’esperienza insegna,ogni esame ha una storia a sè, e quello che chiede a me ,non è detto che lo chieda a te,purtroppo. E niente tutto questo non fa che aggravare il mio altalenante umore di questi giorni, da cui il canto, perchè come si dice”canta che ti passa”, no?

 

Annunci

»

  1. Condivido in pieno! Facebook diventa off-limits, pieno di persone che non fanno altro che scaricare su di te le loro ansie e te stavi tranquilla diventi nevrotica! Anch’io preferisco evitare contatti, però se devo andare al centro commerciale o distrarmi un po’ lo faccio ormai… dopo un po’ di esperienza ho imparato che certe sofferenze me le risparmio e arrivo più tranquilla all’esame…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...