Baricentro

Standard

funambolo_by_roweig-Oggi ho litigato con Lovely,che in questo momento è a-lovely(alfa privativo). Cominciamo bene.Abbiamo litigato,pensate un pò sulle vacanze! Alla delusione per aver visto respinti i miei tentativi di mediazione, si sono alternate anche delle risate( giusto per vedere sempre il lato positivo) pensando che siamo arrivati anche noi alla famosa discussione su dove trascorrere le vacanze,succede a tutte le coppie prima o poi no? Vi risparmio i “mi fai parlare? troviamo una soluzione? si fa come dico io(grrr)” per passare all’argomento del post.

Le scuole elementari, medie e superiori non sono riuscite a farmi memorizzare il significato e le differenze tra baricentro,incentro,circocentro.

Baricentro: punto di intersezione delle mediane di un triangolo. In senso figurato “perdere il baricentro”,perdere il nodo della questione.

Credo che adesso non lo dimenticherò più. Probabilmente l’esistenza di ogni uomo e donna altro non è che la ricerca del baricentro, questo punto b dell’anima che ci rende forti,sicuri,sereni, consapevoli. Oscilliamo, in un moto che la fisica  non riesce a spiegare con il modello del pendolo tra la felicità e l’oblio,tra l’odio e l’amore, tra il caos e l’ordine, tra la pace e la guerra ,alla ricerca di un punto fermo a cui ritornare e dove queste forze si annullano. Un salvagente a cui aggrapparsi quando le certezze attorno a noi sono poche. Forse questa è la nostra sfida,piccoli esseri venuti dopo tanti altri e a cui seguiranno tanti altri gettati in questo mare in tempesta che è la vita e che devono imparare a sopportare le tempeste. C’è chi questo baricentro lo cerca tramite la preghiera, chi nella meditazione, nella psicoterapia,nell’arte,nello sport,nella musica. Ma c’è chi erroneamente si illude di poterlo trovare nelle altre persone, siano esse i genitori, i figli, il marito,la moglie o gli amici.Le persone che amiamo,almeno secondo me , sono punti di riferimento sull’asse cartesiano della nostra vita,persone su cui poter contare, a cui affidarsi, a cui dedicare  tempo e amore (se non a loro ,a chi?), ma che non possono diventare il nostro baricentro. Non è giusto nei loro confronti, verrebbero caricati di troppe aspettative e poi fanno già fatica a trovare il loro baricentro non c’è bisogno di appiopargli il nostro. E non è giusto neanche per chi lo fa, perchè affiderà la propria serenità, la propria autostima ad un’altra persona, non sviluppando la capacità di guardarsi dentro, di costruire a poco a poco le proprie consapevolezze, di confrontarsi con i propri limiti, con le proprie difficoltà. L’unico posto in cui si può trovare il baricentro è dentro di noi.Forse ho detto una banalità. Nel rapporto di coppia poi diventa anche più quel pericoloso, la persona che mettiamo al nostro centro viene quasi non più amata per le sue qualità, in maniera gratuita, ma anche perchè risponde ad un bisogno , il nostro bisogno di certezze, di sicurezze. La persone amata diventa uno specchio attraverso cui costruire il nostro io, attraverso cui amarci e a poco a poco viene spenta dalle nostre aspettative, rovinando l’amore. E’ giusto sostenersi,amarsi,condividere la vita con le gioie,i dolori,le esperienze,ma non può essere il nostro baricentro, non può essere l’unica certezza che abbiamo. Altra banalità.Non so,pomeriggio pensavo che è dal nostro baricentro,dal centro della nostra anima,con la sicurezza e la consapevolezza di cosa facciamo,chi siamo, dove andiamo possiamo portare le persone amate al centro della nostra vita,lavorando con loro nel cuore e non per loro, vivendo con loro anche quando non condividiamo lo stesso spazio e lo stesso tempo,donando a loro noi stessi, con la consapevolezza di chi siamo e di cosa possiamo dare. Non so se ho detto sciocchezze, sono pensieri che mi sono venuti cosi,spontaneamente, e allo stesso modo li ho scritti:) Buona ricerca:)

Annunci

»

  1. Hai scritto cose talmente belle, e partendo da un presupposto scientifico per giungere al lato dei sentimenti, cose che ho realizzato molto lentamente in questi ultimi anni, in poche parole hai scritto parole sante, che quest’articolo sarebbe da ribloggare!
    Comunque già il fatto che ti sei accorta di questo può essere utile per migliorare le situazioni interpersonali e stare meglio insieme agli altri! Speriamo bene!
    E’ vero che il periodo delle vacanze è sinonimo di stress molte volte, sentivo oggi il collega che pure lui ha litigato con la sua fidanzata per questo, e ricordo che in occasione di una vacanza che feci tanti anni fa litigai e strappai col mio migliore amico di infanzia. E’ un paradosso!!
    Quando invece ero fidanzato questo problema proprio non si presentava, perché non andavamo in vacanza : ( ahah!! Però è sbagliato, ogni tanto fanno bene dei giorni di relax altrove!

  2. Sono d’accordo con la questione del baricentro… Come si può dare il meglio di se stessi d’altronde? Mi hai ricordato questo: “Il regalo più grande che puoi fare a qualcuno è il tuo sviluppo personale. Ero solito dire, “Se ti prendi cura di me, mi prenderò cura di te”. Ora dico, “Prenderò cura di me per te se tu prenderai cura di te per me”. Jim Rohn

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...