Mezza estate

Standard

“Austu e riustu  è capu d’invennu”, cosi dice sempre mio nonno a ferragosto, che è un modo per dire che l’estate è finita e che ci dobbiamo preparare all’inverno, e solo i più sensibili cominciano a rendersi conto di come le giornate stiano diventando più corte. Voi come avete passato il ferragosto? Come state? Non ci si sente da un pò, mi siete mancati*_*, avrei voluto augurarvi un buon ferragosto prima di andare al mare,ma ho avuto problemi di connessione;torno a voi piena di suggestioni, di emozioni,pensieri,aneddoti, riflessioni, bilanci,tanto tanto sonno e uno stomaco provato dai pasti non proprio ortodossi di questi giorni di vacanza,altro che cenone di Capodanno. E’ difficile infatti giunti a questo punto non fare un bilancio di quest’estate, che ahimè, si concluderà martedi con il concerto di Max Gazzè,le cui note infine mi riaccompagneranno sulle sudate carte! Che dire l’estate è letteralmente volata, ma rispetto alla disastrosa estate dello scorso anno, non ho avuto l’impressione di vedermi scivolare tra le dita questo tempo ritrovandomi vuota,bensì ho avuto la piacevole sensazione di aver vissuto pienamente queste settimane, davvero brevi rispetto all’intero anno; un periodo in cui ho potuto finalmente godermi alle mie passioni, alle relazioni d’amicizia. Per me in fondo la libertà altro non è se non l’odore del mare sulla pelle, il suono delle risate dell’amicizia, il colore delle parole nere sui fogli bianchi di un buon libro e il sapore dell’amore. Sto imparando a vivere ogni momento di gioia e divertimento senza pensare alla fugacità di quel momento, alle preoccupazioni e alle responsabilità che mi aspettano non appena chiuderò quel momento nello scrigno dei ricordi, gli unici che rimangono intatti al tempo,eterni come la nostra anima. Come più volte vi ho accennato in questo stesso blog quest’estate è stata particolarmente ricca anche spiritualmente, ed era mia intenzione dedicarmici molto, il periodo degli esami mi aveva parecchio privata del tempo destinato alla preghiera personale e alla meditazione. In questo, come vi ho raccontato fino all’esasperazione, mi sono venuti incontro anche la festa di S.Antonio Abate ed oggi la mini-festa,come la chiamo io, in ricordo del ritorno a Catania dei resti di S.Agata da Costantinopoli. Anche il 17 agosto, con il caldo, lo splendido Duomo di Catania era pieno di devoti con il tradizionale abito bianco votivo,a rendere omaggio alla Patrona, mescolandosi con turisti giapponesi che fotografavano il Barocco della nostra splendida Catania.Sono uscita di casa molto presto e questo mi ha dato modo di vedere una Catania che non avevo mai visto; la Catania dei derelitti , dei mendicanti, e sono tantissimi,li nelle prime ore del mattino, per  terra.soli, stanchi,alcuni storpi,ignorati, nella centralissima via Etnea, tra i negozi, piazza Univesità e il Duomo, pronti ad essere inghiottiti dalla folla di cittadini e turisti che ogni giorno li nascondono. Le strade semivuote delle otto di una città di mezza estate mi ha mostrato una realtà dolorosa che ha provocato in me commozione, ma non per pena,ma per partecipazione e incapacità nel poter aiutare queste persone. Impossibile dimenticare quelle immagini.

Il sonno mi sta ormai raggiungendo, è stata una giornata molto intensa,sia dal punto di vista emotivo che fisico; sono appena rientrata dall’annuale fiera di Pedara,paesino sull’Etna dove ho potuto rinfrancarmi dall’afa della città e girare tra bancarelle di caramelle, orecchini ,libri e mobili vintage, i quali oggi mi hanno particolarmente affascinata,stuzzicando il diletto per gli oggetti di pura eleganza e bellezza. In questa sera di mezza estate , quasi fine direi, mentre su La7d decapitano teste alla corte di Elisabetta I, io spero di portare con me i momenti felici e costruttivi di quest’estate; spero che ogni cellula  del mio corpo abbia assunto sufficiente sole,sebbene la mia pelle non lo dimostri, per non sentire freddo e per risplendere sempre dentro;di sentirmi sempre pura come l’acqua cristallina di Capo d’Orlando e serena come in queste settimane.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...