Apoteosi Max!(Ps: voglio una Reflex!)

Standard
imagesL’ultima volta che sono stata a Taormina ero solo una bambina, ma l’ho trovata cosi come l ‘ho lasciata: affollata, con strade strette ,graziose e piena di bei negozi e romantici ristorantini. E’ impossibile non lasciarsi trascinare dall’eleganza e dalla grazia del piccolo centro storico, con la piazza da cui si può ammirare un panorama spettacolare; è come una donna con un filo di perle al collo( o dato l’alto numero di negozi presenti , di corallo) che ti seduce con i gesti leggeri mentre sventola il suo ventaglio di merletto, invece di una donna che ti mostra subito tette e cosce,no per dire. Comunque questa bizzarra immagine non è evocata da chissà quale turbata sinapsi del mio encefalo quanto dal fatto che tra un negozio di Valentino (sembrava di stare in via Condotti) e un ristorantino le viuzze di Taormina sono cosparse di negozietti di souvenir( è ovvio) stracolmi di bijoux in pietra lavica, gioiellerie piene di corallo, e ventagli e ombrellini da passeggio in merletto; siamo a più o meno un’ora di strada da Catania ma non mi era mai capitato di vederne, soprattutto gli ombrellini! Certo non mi aspettavo di trovarmi a passeggiare sotto la pioggia il 20 di agosto , ma ha avuto il suo fascino, tra l’altro ho notato che la pioggia ha su di me un effetto afrodisiaco, stranezze da indagare. Ad ogni modo il cielo ci ha concesso una pausa giusto in tempo per il concerto di Max Gazzè , regalandoci una serata da favola sotto una luna meravigliosa al Teatro Antico. Sarei voluta tornare con tantissime foto per poterle condividere con voi e poter immortalare quei momenti ma purtroppo mi sono resa tristemente conto che la mia macchina fotografica ormai non realizza più bene le foto al buio,e non potete capire il nervoso che mi veniva a vedere le persone accanto che fotografavano ogni più minimo particolare con il loro iphone  o la loro Reflex. Capisco la voglia di immortalare momenti unici come questi ma un certo punto guardandomi attorno ho visto solo persone ossessionate dalle foto e dalle condivisioni sui social network perdersi quello che c’era attorno : la bellezza. Sebbene alcuni si comportassero come se il teatro antico fosse poco più di una piazza con qualche pietra qua e la ,fischiando come pastori alle pecore, stare su quelle gradinate ti rendeva parte di quella bellezza e della storia che c’è in quelle pietre; assurdo pensare come indifferenti ignoriamo quanti uomini comuni avranno scavato per realizzarlo secoli fa, e questi uomini per sempre sono storia e bellezza, e per qualche ora restando li ne abbiamo fatto parte anche noi. 
Max Gazzè mi piace per tanti motivi, ma uno di questi è la puntualità; non è di quei cantanti snob che si fa attendere, lo spettacolo doveva iniziare alle 21,30 e lui è arrivato alle 22, subito dopo l’esibizione di Ilaria Porceddu che ha aperto il concerto. La cantante sarda, che vanta partecipazioni a Sanremo e XFactor senza particolari glorie, nonostante la scarsa presenza scenica ( non sapeva anche introdurre e spiegare un proprio brano senza impappinarsi) è stata molto brava dal vivo, e non è facile ,la magnifica acustica del Teatro esalta i pregi ma può anche evidenziare  i difetti. La sua musica va da pezzi vivaci e movimentati, a brani più intimistici nella migliore tradizione della musica leggera italiana, a canzoni folkloristiche in dialetto completamente sardo.
Max Gazzè  dal canto suo non si è certo negato al suo pubblico adorante; ha regalato battute , pezzi di teatro, una magnifica jam session con Alex Britti (guest star) ma sopratutto tanta,tantissima buona musica, di alta qualità, per orecchie buone. Ha riscaldato il palco del Teatro con pezzi storici come Vento d’estate, Il solito sesso, Cara Valentina,Favola di Adamo ed Eva, Mentre dormi, Annina, Il timido Ubriaco,L’Amore pensato, Una musica può fare, Edera( accompagnato dal quartetto d’archi Euforia),A cuore scalzo, per andare ai pezzi del nuovo album E tu vai via, I tuoi maledettissimi impegni , Sotto casa, Buon compleanno ;per concludere con i pezzi più datati ma che esprimono al meglio l’originalità e lo sperimentalismo dei testi e della musica  di Max come L’ultimo cielo, Colloquium Vitae,Eclissi di periferia,L’origine del mondo, Il bagliore dato a questo sole. Sarebbe impossibile dire quale sia la canzone più bella,la musica di Gazzè si deve ascoltare con gli occhi chiusi per poter apprezzare i talentuosi giri del suo basso, l’alta poesia dei suoi brani e le melodie delle sue canzoni, godendone appieno; perchè è questa la sensazione che se ne ricava godimento puro, come quando si mangia una barretta di cioccolato e ci si trova di fronte un paesaggio da sogno. Gli applausi si sono sprecati ma sono sempre più convinta che artisti come Max che regala ai fans,nuovi e vecchi, spettacoli di qualità vadano viziati e coccolati, anche perchè quando una canzone ti porta cosi lontano dai tuoi pensieri non puoi che esserne grata all’autore; apoteosi.
https://www.youtube.com/watch?v=HN_Lk4iE_8k
 
 
Annunci

»

  1. Quel paragone credo che abbia esemplificato al massimo lo spirito di Taormina! Anche se non ci sono mai stato, deve essere comunque splendido..Ed anche la suggestiva cornice per uno spettacolo musicale. Max Gazzè non riesce ad entusiasmarmi, però credo che sia un grande musicista, i testi delle sue canzoni sono profondi come pochi nel panorama odierno, e comunque quando non conoscevo o non c’era ancora torrent, mi ero comprato tempo fa un doppio cd del suo best of : )

      • I giovani d’oggi hanno già tutto subito a disposizione, il nostro aver visto cambiare le cose è invece un privilegio : ) Che poi quel tipo di mercato è sempre in evoluzione chissà cosa ci sarà ancora! Ps la reflex è buonissima, ma sarebbe troppo scomoda e ingombrante secondo me da portare in un concerto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...