Pensieri disordinati

Standard

Ci credete che sono rimasta senza internet nel mio pc e nel mio telefono? Mi chiedo che pago a fare dieci euro al mese di traffico internet al telefono! Che poi, solo al mio computer, perchè ora sto scrivendo da quello dei miei fratelli tranquillamente, vai un pò a capire! Secondo me deve essere una sorta di punizione divina; ma no, ha ragione mamma, Dio non punisce, allora sicuramente ammonisce, cartellino giallo, hai scritto troppo, stai un pò calmina. Sapete sono stata censurata,dalla massima autorità per la disciplina, indovinate un pò? I miei genitori. Già, per amore della pace, per il bene della famiglia mi hanno fatto cancellare il post. E va bè, d’altra parte se almeno una volta nella vita non si viene censurati che scrittore sei? Certo adesso che anche papà è approdato in questa disordinata cabina armadio stavo pensando di traslocare, ma non perchè abbia segreti, io a casa parlo sempre abbastanza apertamente, ma sapete come siamo noi “scrittori” (:P), abbiamo suggestioni, vediamo colori, sfumature,paesaggi, sentiamo emozioni che è più difficile sottoporre agli occhi di ti conosce, è sempre più facile misurarsi con degli estranei che a poco a poco cominciano a conoscerti, come è successo tra di noi. Quindi appena avrò un pò di tempo,e una connessione più stabile, lavorerò ad un altro blog, tutto nostro, mi farò riconoscere state tranquilli; la Cabina-Armadio resterà, ma per post più frivoli. E  a proposito di scrittori, ieri ho visto La Grande Bellezza. L’avevo già visto quando il film è stato trasmesso su Canale 5, ma ero rientrata stordita dalle sfilate di carnevale e dalla musica caraibica cosi non l’avevo seguito molto bene. Ieri sera invece l’ho ribeccato sulla pay-tv e devo dire che l’ho molto apprezzato, nonostante le mille polemiche. Mi è piaciuta tantissimo l’interpretazione di Servillo, l’enfasi con cui scandiva ogni parola, quasi a rivelarne il vero significato. Perchè la forza di questo film sono le parole, è inutile dichiararsi delusi perchè non c’è una trama pazzesca o una narrazione incalzante. Tutto si consuma li, in quell’edonismo sfrenato a distruttivo, tra quella musica assordante e un pò tamarra, si srotolano i pensieri più veri del protagonista e cadono tutte le maschere della società dell’apparire. La colonna sonora poi ha fatto il resto,tra l’alternarsi di musica classica e dance, a ricordare le contraddizioni in cui l’uomo da sempre vice; alto e basso,corpo e spirito, aulico e volgare, vero e falso.

E a proposito di rumore e disordine, sono un pò stanca sapete? In me si fa sempre più forte il bisogno di silenzio, c’è troppo rumore attorno a me,e non mi riferisco certo all’inquinamento acustico cittadino, per carità, c’è anche quello, ma ho sentito troppe chiacchere ,troppo discorsi vuoti, sono stanca di questo chiasso. Mi piacerebbe vivere nel deserto, come s.Antonio Abate, e sentire me ,solo me, e la voce di Dio. Anche se mio fratello dice che in realtà s.Antonio nel deserto si è perso, non ci è andato di sua spontanea volontà ahahahahah. Tranquilli,ancora non ho fatto le valigie per andare a vivere su un eremo,ma troverò questo deserto anche qui.

Al prossimo aggiornamento dal fronte, sempre vostro Soldato R. 😉

Annunci

»

  1. Spero che tu risolva al più presto la questione di internet…..per il resto comprendo i tuoi genitori….poi si scatenano “faide” familiari di rivalse e ripicche che è molto meglio evitare, visto i soggetti che hai descritto 😉

  2. come ti capisco….anche io ho escluso dalla mia,pagina qui , ma anche su fb tutti i miei parenti ed anche quelli del mio paese….. forse ho una sorte di pudore mio personale…poi onestamente non sopporto le chiacchiere di chi mi conosce ed io conosco….. per quanto riguarda il tuo post cancellato, era un po’ troppo forte per una donna del sud …ehehehehe…. ci sarebbe scappata una guerra !!!…… buona giornata !!!….goditi anche il sole e la natura….ti serve per staccare un po dal pc….. te lo dice chi e’ sempre collegato, fra pc…iphone e ipad ….

  3. Soldato R. … spero che il pc riprenda vita perchè senza la tua lettura io non posso stare. 😉
    Il silenzio è una parola per me sconosciuta ma che sogno continuamente. In ufficio è un mormorio continuo ed io vorrei avere la testa dentro una bolla d’aria per restare sola con i miei pensieri.
    Un abbraccio, forte e grande
    Affy

  4. Mi piace la tua analisi della Grande Bellezza. E soprattutto il fatto che non bisogna mai fermarsi alle apparenze, ad una prima visione… (detto questo, io devo ancora vederlo, l’ho scaricato ma la qualità non è buona!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...