Tieni il tempo

Standard

Penso che tutti conosciamo più o meno a memoria la canzone degli 883 “Tieni il tempo”; che espressione curiosa tenere il tempo, l’unica cosa che forse non si può tenere, possedere,ma soltanto vivere, usare al meglio. Il tempo vola, eppure lo scorrere veloce di questi ultimi mesi, cosi impegnativi per me, da un lato mi lascia confusa dall’altro sollevata; come se i giorni che passano mi portassero più vicino a qualcosa, ad una meta. Ma cosa sto rincorrendo? La laurea,il lavoro, il successo, il matrimonio, una casa,i figli? Un lieto fine?O forse solo la fine, di cosa lo so bene, non ho neanche bisogno di domandarlo. Ah,è cosi pesante guardare dentro se stessi, vedere cosa non va, che direzione prendere, scontrarsi perennemente con i propri fantasmi,eppure pare che non ci sia scelta,è un’esigenza fisiologica, per quanto possa circondarmi di persone,di impegni, di musica, di libri finisco sempre in boulevard of broken dreams, lì a rovistare tra ricordi,emozioni, speranze. Non lo so cosa sto inseguendo, fino a qualche giorno fa neanche avevo realizzato che sto correndo dietro a qualcosa, perchè una delle conquiste di quest’anno è stato proprio quella di vivere più o meno alla giornata,mantenendo sempre una rotta,ma senza aspettare qualcosa di specifico, e stavo andando bene fin quando non mi sono resa conto guardando il calendario stavo aspettando qualcosa, mi sono domandata ” che fretta hai? che cosa devi gustare? come puoi avere voglia della rugiada se non hai ancora assaporato il sale del mare? Come puoi guardare le luci di Natale se ancora non hai visto accendersi i falò di ferragosto? Che cosa stai rincorrendo cosi disperatamente?” E che cosa rincorre disperatamente da secoli se non la felicità? E corro anche io, solo che mi hanno detto che la felicità non è di questo mondo, che ti è concesso  solo qualche istante fugace( vi saluta Giacomino Leopardi, si avete indovinato, è qui con me) e che il massimo a cui possiamo ambire è la serenità ed è cosi difficile da costruire, ogni giorno si spera di aver messo un mattone in più per costruire la muraglia di serenità che debba proteggerci per tutta la vita, o per buona parte lasciando fuori i brutti ricordi,le esperienze dolorose, i fantasmi che mi hanno fatto sempre paura fin da bambina; bastasse tenere la luce accesa!

1,2,3,4….1,2,3,4…….Teniamo il tempo!

Annunci

»

  1. la serenità è qualcosa di così dinamico e mutevole,che già se riiesco ad assaporarla (consapevolmente) per brevi attimi, vorrei poterli fotografare, per portarli con me a mo’ di amuleto nei giorni tristi. chè, altrimenti, il rischio di dimenticare che ci sono stati è troppo forte.

  2. se conti 1,2,3 e’ il tempo del valzer …. 1,2,3,4 puo’ essere la beghine …. mi sembra di sentire la mia maestra di ballo… ” tenete il tempo !!! ” ….ehehehehe… il tempo fugge…non credo… forse e’ una nostra impressione…. il tempo , io credo, sia un insieme di sensazioni che il sole e la luna ascoltano guardando le nostre anime….. ogni tanto il sole ricompare e guarda se la sensazione e’ ancora presente e forse chiede consiglio alla luna…… noi tutte queste vibrazioni le teniamo dentro e fanno parte del nostro andar avanti…….. . bella idea vero ? …. mmmmmmm….. buon sguardo alla luna che si affaccia…. ciaooooo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...