L’Attesa

Standard

Dopo questa lunga estate calda,torniamo a parlare di cinema. Lo sappiamo che l’estate è l’oblio per gli appassionati di cinema che possono salvarsi dai film d’azione, le commedie demenziale e quelle romantiche solo  grazie allo streaming e ai dvd. Anzi quest’estate i Minions ci hanno salvato e ci hanno dato un po’ di respiro,in attesa della Mostra di Venezia,che puntuale ci ha regalato tanti nuovi film da gustare.

L’Attesa, opera prima del regista Piero Messina, è il primo tra questi che sono andata a guardare. Il film è ambientato in Sicilia e ha come protagonista Juliette Binoche nei panni di una madre colpita dalle peggiori delle tragedie,la morte del figlio,Giuseppe. Un materassino rosa ,che svolazza in un cortile deserto e silenzioso di una grande villa, racconta una vita felice e piena di una madre ; il letto sfatto ,le scarpe di Giuseppe, la tazza di latte ancora piena parlano di un’assenza intollerabile per Anna e della sua disperazione soffocata.  Il silenzio luttuoso in cui vive Anna viene interrotto dall’arrivo di Jeanne,la bella fidanzata francese di Giuseppe, venuta a festeggiare la Pasqua in Sicilia. Anna non riesce a rivelare la tragica verità a  Anna, probabilmente per una paura inconscia di rimanere sola dopo la partenza di Jeanne,o di perdere l’illusione di una vita normale che durante la permenenza della ragazza si era creata. E così Anna trattiene la fidanzata ospite nella sua villa in attesa del ritorno di Giuseppe.

Onestamente ho trovato la narrazione un po’ debole; si rimane per tutto il film in attesa di qualcosa, di una rivelazione,di un colpo di scena, per poi accontentarsi di un finale troppo ovvio.
Il punto di forza del film è la regia di Piero  Messina, a mio avviso; l’ ho trovata in certe inquadratura molto evocativa e stuzzicante , e in altre coinvolgente,sembra come se lo spettatore per tutto il film fosse dentro quella villa, dietro l’angolo a spiare la solitudine di Anna. Non va dimenticata inoltre la colonna sonora,che ho trovato molto piacevole. Un commento particolare lo devo a Juliette Binoche; non è tra le mie attrici preferite ma in questo film l’ ho apprezzata tantissimo e senza trucco e la sua faccina da fatina,anche se stanca e tirata l’ ho trovata più bella che mai.
Che dire, in attesa di risentirci, buona domenica e buona visione 🙂

image

Annunci

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...